Muddricata

La “muddricata” a casa mia.

Ed eccola. Il giorno di San Giuseppe non poteva mancare a tavola.
Pasta con sugo di  finocchietto selvatico con mollica di pane, rosolata in olio EVO, la “muddricata“.

Oggi mi è stato assegnato il “grato” compito di prepararla. Come sempre.

Io  la preparo così.

Per farla bene non ci vuole particolare maestria culinaria, basta seguire tre semplici regole:

 

  1. non utilizzare pane grattugiato acquistato in busta;
  2. utilizzare solo olio extra vergine di oliva
  3. non avere fretta.

Il pane deve essere di uno o, al massimo, tre giorni prima. Tagliare via la crosta e tenere solo la mollica, solo in questo modo si otterrà una buona “muddricata“, dorata e croccante.

Grattuggiare  la mollica a mano ( o con un robot da cucina) e mettere in padella.

Aggiungere sale, pepe.

Accendere il fornello a fiamma bassa e aggiungere, poco per volta,  dell’ottimo Olio extra vergine d’oliva di Camastra, mescolando continuamente per non far bruciare la mollica.

Quando, a vostro giudizio, il pane avrà assunto la giusta colorazione “dorata, spegnete il fornello e continuate a mescolare ancora per un po. La padella è ancora calda e la mollica sul fondo potrebbe bruciarsi.

Aspettate 5-10 minuti perché si raffreddi  e versatela in un contenitore.

Servite a tavola e … buon appetito.